giovedì 17 maggio 2012

CARCIOFI ALLA ROMANA




INGREDIENTI

  • 2 carciofi tipo mammole romane
  • ½ limone
  • 4 rametti di prezzemolo
  • 4 foglie di menta
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • pepe
  • 250 ml circa di brodo vegetale


   

PREPARAZIONE

  • Preparare l'acqua acidulata per tenere a bagno i carciofi in attesa di averli puliti tutti. Solitamente occorre un limone ogni 2 litri di acqua.
  • Pulire ogni carciofo rimuovendo le foglie esterne più rovinate e tagliando il gambo, da tenere da parte.
  • Sciacquare il carciofo sotto acqua corrente, quindi metterlo nell'acqua acidulata sfregandolo con un pezzetto di limone. Divaricare le foglie per far penetrare l'acqua anche all'interno. Lasciarlo quindi a bagno.
  • Prendere il gambo, tagliarne i primi 10 centimetri circa, spellarlo con un pelapatate per rimuovere lo strato esterno più coriaceo. Affettarlo nello spessore di un centimetro abbondante e mettere le fette anch'esse nell'acqua acidulata.
  • Lavare i rametti di prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle finemente su un tagliere assieme alla menta e mezzo spicchio d’aglio spellato.
  • Scolare i carciofi dall’acqua acidulata e farcirli con un cucchiaino di trito, un pizzico di sale ed un filo d’olio.
  • Mettere i carciofi a testa in giù in un pentolino dai bordi alti, largo appena da ospitarli tutti. Unire i gambi affettati negli spazi, condire con 1 cucchiaino d’olio, cospargere con il trito rimasto, un pizzico di sale ed un’abbondante macinata di pepe.
  • Unire abbastanza brodo vegetale da coprire i carciofi per un terzo della loro altezza.
  • Cuocere a fiamma media, con coperchio, per 30 minuti circa, controllando di tanto in tanto che il fondo di cottura non si asciughi eccessivamente, nel qual caso aggiungere altro brodo.
  • Trascorsi i 30 minuti togliere il coperchio e proseguire la cottura per altri 10 minuti.
  • Servire irrorando con il fondo di cottura.

Nessun commento:

Posta un commento